PAOLO POLENGHI

”SENSI”

Inaugurazione

giovedì 26 luglio 2012 ore 19.00

Sala Comunale d’Arte di Trieste

 

Dopo il successo della mostra personale dello scorso aprile Paolo Polenghi, riportati i “sogni” alla realtà,   ripropone una nuova esposizione del suo immaginario mondo femminile  invitando il pubblico a percepire la sua arte con i sensi.

Il titolo di questa  nuova mostra vuole infatti sottolineare che, per approfondire il significato delle sculture proposte, lo spettatore deve utilizzare non solo la vista, ma anche il tatto per carpirne la magia compositiva grazie ai diversi materiali che ne definiscono la forma e l’olfatto in quanto i legni utilizzati per alcune delle sue raffigurazioni femminili emanano un profumo evocativo di boschi incantati.

Paolo Polenghi, dopo lunghi trascorsi nel campo dell’architettura, libera il suo impulso creativo dalla  forma geometrica grazie al linguaggio di modellazione della creta il cui gesto manuale dolce e delicato di “dar corpo” a corpi,  mano a mano diventa  più  deciso utilizzando  anche la fusione in bronzo.

Il percorso artistico in questi ultimi anni vede l’artista impegnato nella modellazione del legno grazie all’utilizzo netto ed istintivo della motosega che lo porta a creare le oramai famose donne dalle forme longilinee e sinuose, evocative di una donna sensuale, ma fiera del proprio corpo e della propria anima.

Tra le numerose opere esposte ci sarà nuovamente l’occasione di ammirare  le affascinanti teste di donna i cui prototipi in terracotta dai tratti delicati e dallo “sguardo non sguardo” esprimono composta tristezza, ma grazie alla fusione bronzea e alla successiva lucidatura evidenziano improvvisamente una suggestione di misteriose e ambigue emozioni.

La mostra rimane aperta al pubblico sino al 15 agosto 2012.

Si ringrazia inoltre per la collaborazione Marco Cecchini independent winery di Faedis (Udine) che ci delizierà con i suoi vini in occasione del vernissage.

Elena Cantori

Curatrice della mostra