Venerdì 21 giugno 2019 alle ore 19.00 si inaugura presso lo spazio espositivo EContemporary la nuova mostra personale di Luigi Merola dal titolo “ETEROGENEO SUSSEGUIRSI DI CEMENTONATURA”.


Questa nuova esposizione determina il “cementificarsi” di un percorso intrapreso un paio d’anni fa in cui l’artista decide di iniziare a mischiare tessuti coni materiali edili, in particolare il cemento, per la realizzazione delle sue opere.
Inoltre anche in questo nuovo percorso espositivo si ripresentano delle ispirazioni nate dallo studio dei grandi maestri dell’arte povera ed in particolare di Burri e Calzolai che spingono Merola a mettere in evidenza i materiali usati per la creazione per le sue installazioni quali il cemento e del plexiglass lacerato dalla combustione e mescolato con i pigmenti la cui cromia varia dal grigio piombo per arrivare ai classici ocra e rossi cari all’artista.
Un percorso che, attraverso una quindicina di opere, mette in risalto la durezza e la fragilità dei materiali usati che simbolicamente richiamano la dicotomia dell’essere umano la sua fragilità e la sua determinazione.
“È bello cedere ogni tanto. Permettersi di non esser sempre di cemento armato, sempre impassibili, adeguati. Dare aria anche ai punti deboli.”

La mostra sarà visibile dal 21 giugno al 7 settembre.